eBook a scuola: in bilico tra formati universali e piattaforme proprietarie

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

ebook_scuola

di Andrea Patassini

Il digitale a scuola potrebbe mettere il turbo e in breve tempo diventare una realtà diffusa a giudicare dalla crescente attenzione da parte delle stesse istituzioni. Un indirizzo simile è necessario se si ha l’intenzione di formare studenti che non debbano vivere un vero e proprio salto esperienziale tra mondo esterno e scuola, dove in quest’ultima il tempo e le pratiche dedicate alla didattica a volte sembrano essersi sclerotizzate.

L’eBook entra in classe

Produrre contenuti digitali vuol dire saper mettere a punto risorse fruibili e accessibili, capaci di offrire tutti quegli strumenti che il mondo digitale oggi possiede e che fanno leva principalmente sull’interazione. La forma più incline a queste esigenze è l’eBook perché è praticabile e replicabile su diversi supporti, in particolare trova piena operatività sui dispositivi mobili come tablet e smartphone dove oltre alla fruibilità vale anche l’aspetto ergonomico che migliora notevolmente le esperienze di…

View original post 688 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...