colossi editoriali, didattica 2.0 ed editoria digitale: tutto torna

Rapido sunto dei temi della settimana, che poi si condensano in uno: l’annunciata fusione tra i due colossi Penguin e Random House, che porta alla nascita di un gigante editoriale capace di pubblicare un quarto dei libri in lingua inglese a livello mondiale. La fusione, a detta degli stessi protagonisti, ha due scopi ben precisi: da una parte cercare nuovi modelli di business nel “fast-moving world of digital books and digital readers” (ne parla espressamente un articolo del Guardian), dall’altra Pearson vuole concentrarsi sempre di più nel settore della scolastica, anch’esso in notevole subbuglio dopo l’entrata in scena dei tablet.

Se addirittura nella scuola italiana, tradizionalmente impermeabile a trasformazioni rapide in chiave tecnologica, si sta interrogando e sta sperimentando concretamente nuove strategie di apprendimento, vuol dire che davvero stiamo vivendo un momento di grande importanza in ambito editoriale e, nello specifico, didattico: sia nella scuola privata che in quella pubblica si stanno seguendo le impronte tracciate da Dianora Bardi; da questo punto di vista, mentre negli Stati Uniti  sembra stia diffondendosi il modello chiamato BYOD (Bring Your Own Device) – dove gli alunni sono invitati a procurarsi un tablet da usare poi (anche) a scuola – in Italia per ora sono le scuole che forniscono agli studenti i device, ma penso sia solo questione di tempo: quando, come appare chiaro dalle politiche dei prezzi attuali, i tablet saranno un strumento alla portata di tutti o quasi, arriveremo presumibilmente anche noi all’utilizzo scolastico dei tablet personali degli studenti.

Intanto si studiano o si affinano strategie didattiche per utilizzare al meglio le nuove tecnologie e andare oltre il concetto di libro di testo, che diventa solo uno dei tanti strumenti a disposizione dell’insegnante.
Se ne è anche parlato all’ultima edizione dell’ E-book Festival a Sanremo (vedi le slide riportate qui di seguito) e sicuramente se ne parlerà tra quindici giorni a Librinnovando nel panel Il Digitale per lo studio e per la ricerca, dove spero di incontrarvi.

One thought on “colossi editoriali, didattica 2.0 ed editoria digitale: tutto torna

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...