editoria digitale non significa solo ebook

Qualche giorno fa ho letto questo articolo in cui si parla delle comunità di lettori online e si menzionano alcuni siti (italiani e non) dove si pratica la cosiddetta lettura condivisa, che non è solo social learning ma anche, se non soprattutto, vere e proprie comunità di lettori che in rete trovano lo spazio ideale per condividere i loro gusti letterari, parlarne e scambiarsi pareri e consigli per le letture future.

Per molti aspetti è vero che ii social network non rappresentano sostanzialmente niente di nuovo ma sono l’amplificazione all’ennesima potenza delle dinamiche di aggregazione e condivisione di idee e opinioni già presenti nel “mondo degli atomi”; ma, sotto un altro punto di vista, tutto questo potenziale dovrebbe (deve) poter essere sfruttato da chi si occupa di cultura e comunicazione, quindi autori, editori, librai.

Ho invece l’impressione che quando si parla di editoria digitale, troppo spesso ci si appiattisca sull’idea e sul concetto di e-book, mentre con l’affermarsi del web 2.0 cambia  in generale il modo in cui i libri (cartacei in primis) si scrivono, si promuovono, si vendono e si distribuiscono.

Insomma, ebook o non ebook, l’editoria e in generale tutta la filiera (librai in prima fila, pena la loro estinzione) devono adeguarsi alle nuove dinamiche e ai nuovi paradigmi imposti dai social network – soprattutto quelli dedicati al libro, da anobii in poi.  Se ne è parlato già in questo blog grazie a due belle interviste (qui e qui) del mio “socio” Salvatore Nascarella. E altri post seguiranno sull’argomento.

Ciò che fa paura, in questi casi, sembra essere la perdita di controllo sul lettore, il quale prende l’iniziativa in maniera inedita ed è sempre più al centro del processo, cosa ovviamente che non piace a chi ha sempre avuto un concetto piramidale della gestione del potere, sia esso politico, sia sociale, che naturalmente culturale.

Inviato tramite WordPress for BlackBerry.

3 thoughts on “editoria digitale non significa solo ebook

  1. ciao Marco,
    sono perfettamente d’accordo con te. Finalmente qualcuno che affronta l’argomento con buon senso, secondo me. Vedo che sul web tutti parlano di ebook, del supporto, questo fantomatico pezzo di plastica, come se la rivoluzione della lettura digitale consistesse solo sul fatto di leggere dallo schermo, invece che su carta. Io tra l’altro continuavo a dire “non mi abituerò mai a leggere sul questi e-reared, figuriamoci!” senza accorgermi che sono anni che passo ore tutti i giorni a leggere addirittura dal Pc.
    Anche secondo me la rivoluzione editoriale consiste soprattutto sulla super connessione dei lettori, sul fatto che la filiera editoriale classica sta saltando. Paradossalmente, il cambiamento avverrebbe anche se restassero i libri cartacei. Perché quello che cambia è il modo in cui ci si informa, si ottengono consigli di lettura, si promuove un libro. Uno scrittore (figlio di papà magari) in futuro non potrà più starsene in casa isolato a scrivere “tanto poi c’è la Mondadori che mi promuove”. Dovrà darsi da fare nella vita, promuoversi con dei fatti anche, e così, se avrà un buon progetto, le persone lo prenderanno in considerazione per il suo valore ,(editoriale, ma anche di individuo). Perché le voci su internet corrono veloci… A prescindere dall’ebook o dal libro di carta…
    ciao Marco. grazie per lo spazio🙂

  2. In quanto lettrice non vedo l’ora di scoprire come si evolverà il mondo del libro: sono interessata al contenuto e non al supporto fisico, apprezzo molto il fatto di poter fare click su un link e ritrovarmi un nuovo volume da leggere, anche se, nello stesso tempo, mi piacciono le librerie, l’odore della carta, il piacere della scoperta. Ho un’unica preoccupazione riguardo i cambiamenti in atto: come ci orienteremo in questo mare magnum di titoli che ci si prospetta? Quali saranno i criteri di scelta? Pescheremo a caso? Diventerà sempre più efficace l’effetto del passaparola o si rinnoverà il sistema di marketing per promuovere un autore?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...