breve aggiornamento e novità

La giornata di oggi regala alcuni link interessanti su argomenti di cui si parlerà credo a lungo. Eccoli in ordine rigorosamente sparso:

– in uno dei suoi aggiornamenti a tema ebook il Duca ci parla, tra le altre cose, di IVA sul prezzo dei libri digitali e soprattutto di come funziona Narcissus. Che cos’è Narcissus? Ne avevo parlato anch’io ai tempi dell’intervista con Antonio Tombolini, ma il Duca ne fa una descrizione molto dettagliata e assai interessante per chi vuole saperne di più sul self publishing made in Italy;

– sempre il Duca (che non solo mi è molto simpatico – si vede? – ma è molto competente) spiega assai bene come (non) funziona – almeno per ora – Google ebookstore e riguardo a ciò trova una sponda oltreoceano in questo articolo sul Financial Post;

– argomento della settimana in ambito nostrano sembra essere la joint venture fra Bol.it, il portale Mondadori dell’e-commerce, e Zelanda, la società che gestisce, tra gli altri, il marchio Smemoranda su web. Di questo parlano la Stampa, il blog di Grazia e Mauro Garofalo del Sole 24 Ore, per non parlare delle ottime ragazze di librisulibri.it che come sempre sono sul pezzo e vedono nell’accordo un modo nuovo e sicuramente intrigante per far entrare la lettura nel mondo dei giovani attraverso lo strumento in cui più si identificano, cioè il social network. Vedremo. Sicuramente è un’iniziativa da seguire, perché può condurre a sviluppi molto interessanti;

– che sull’argomento ebook non ci sia mai da sbilanciarsi troppo ce lo ricorda Boyd Morrison in un gustoso articolo sul Huffington Post in cui mette a confronto la situazione in cui ci trovavamo nel marzo 2009 con quella attuale per dimostrare quanto ogni previsione-predizione nel campo dell’editoria digitale sia inesorabilmente fallibile se non risibile;

– infine, dulcis in fundo, i più attenti avranno notato qui a destra un banner: è la mia “medaglia” di amico di If Book Then, il primo workshop internazionale sull’editoria digitale ideato e realizzato da Bookrepublic e 4IT Group, evento a cui sono stato gentilissimamente invitato dagli amici di Book Republic, i quali evidentemente considerano questo mio un blog degno di attenzione e fiducia, riconoscimento di cui non posso che ringraziarli e che sicuramente mi servirà da stimolo a fare sempre meglio.
A nemmeno 4 mesi dalla sua nascita, devo dire che Leggo ergo sum sta inaspettatamente avendo un riscontro che non mi sarei mai sognato quando ho iniziato questa avventura nel mondo dell’ebook e dell’editoria digitale, e cose come questo invito ne sono una concreta dimostrazione che mi rende addirittura un po’ orgoglioso (cosa che non succede spessissimo).

P.S.: visto che oggi è a quanto pare anche il giorno della mia autocelebrazione, rimando ad una piccola recensione che ho scritto (nel mio blog personale) su un ebook che mi è piaciuto molto: si tratta de “Il panchinaro” di Mike Resnick, edito da quella piccola grande casa editrice digitale che è 40k, un progetto davvero molto bello che sta riscuotendo l’attenzione e il successo che merita.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...