chiacchierate editoriali n.1 – incontro con fabio brivio (apogeo)

La prima delle Chiacchierate editoriali con alcuni addetti ai lavori la faccio insieme a Fabio Brivio, editor di Apogeo e autore di vari libri, tra cui L’umanista informatico, venduto in formato cartaceo e messo a disposizione gratuitamente come e-book dallo stesso Apogeo (e in ben due formati, .ePub e .mobi).  Fabio ha anche un suo blog, “Nomadi e bit”, che linko senza il suo permesso, spero gli faccia piacere.

Si potrebbe dire per Apogeo che la vocazione “digitale” ce l’ha nel DNA, o sbaglio?

Come editore siamo nati nel 1989 e i nostri primi ebook risalgono al 2000, anno del grande flop dei libri elettronici. Da allora gli ebook ci sono rimasti in pancia, ma solo nel 2009 abbiamo ricominciato a sperimentare e a studiare questo oggetto editoriale, pubblicando nel mese di dicembre i nostri primi 2 ePub (Content di Cory Doctorow e Eretici digitali di Zambardino – Russo).

Apogeo sta distinguendosi per il mettere a disposizione i suoi libri con social DRM, se non addirittura alcuni scaricabili gratuitamente (tra cui il tuo). Cosa pensi di questo aspetto (il DRM), tanto discusso in questo periodo?

Il grosso problema del DRM è la mancanza di uno standard. Adobe, Apple, Microsoft utilizzano sistemi diversi di DRM e questo limita l’effettiva circolazione dei libri elettronici (i.e iPad non è in grado di leggere nativamente ebook con DRM Adobe anche se leggitimamente acquistati, e così via). Il social DRM risolve questo problema e getta le basi per la creazione di un rapporto aperto e di fiducia tra autore-editore-lettore.
Come autore posso dire di essere felice della mia scelta di avere distribuito il mio libro come ebook gratuito sotto CC (Creative Commons, ndr). In 3 mesi ho avuto 700 download dal sito di Apogeonline, molte citazioni e ringraziamenti e non ho notato un impatto sulle vendite dell’edizione cartacea (anche se per un’analisi di questo tipo è presto).

Come vedi il futuro del libro digitale per quanto riguarda prezzo, devices e – come autore – diritti?

I prezzi dopo una prima fase tenderanno a scendere, sia per ebook sia per i device. Ma non credo che si arriverà a eccessi come tutto a 1 euro, tutto a 3 euro, almeno per il tipo di editoria che faccio (i.e manualistica e saggistica informatica). Sulla narrativa e la letteratura di intrattenimento sono invece alla finestra come tutti.
Come autore sui diritti ancora non ho invece una risposta, aspetto di vedere cosa succederà quando venderò il mio primo epub…

Domanda finale: perché dovremmo leggere un libro digitale piuttosto che un cartaceo?

Risposta secca: non certo perché costa poco o nulla!
Ma piuttosto perché il digitale ti dà un’esperienza che la carta non ti dà.
E perché solo con il digitale il lettore può pensare di “possedere” il testo (Cory Doctorow docet).
E questo mi sembra indiscutibile e importante.

One thought on “chiacchierate editoriali n.1 – incontro con fabio brivio (apogeo)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...