rapido bollettino su ebook, drm, biblet store, ereaders e tutto ciò che fa buzz


Allora, con l’ineffabile Instapaper ho caricato nel mio Kindle un bel po’ di roba, in questi giorni molto densi dal punto di vista del buzz sull’ebook e voglio condividere qualche link, se magari non li conoscete ancora.

– Per cominciare un sobrio ma interessante articolo del Guardian, in cui si fa un po’ una panoramica della situazione editoriale digitale;

– Poi ci sono due punti di vista esterni sulla situazione italiana, che condiscono in salsa anglosassone i comunicati stampa della Telecom per annunciare il famigerato Biblet Store. Il primo articolo esordisce con un eloquente: “Gli italiani vanno pazzi per l’iPad (300 mila pezzi venduti), ma non hanno ancora la possibilità di usarlo per leggere”. Come dargli torto? Il secondo descrive in maniera impeccabile la Feltrinelli, intesa non solo come editrice ma anche come signora Inge. Da non perdere.

Il futuro degli ebooks: 10 ragioni per rilassarsi e godersi la cavalcata è più o meno il titolo del gustosissimo articolo di un sito il cui nome è tutto un programma: “Penne con le palle“. L’articolo è non solo gustoso, ma dice anche cose secondo me molto condivisibili. Mi sono permesso di annotarne alcune con commento a margine:

Alcuni editori stanno tornando aziende centrate sul cliente, altre si tolgono di dosso le remore sulla tecnologia. (commento: sicuramente non si riferisce ai grandi editori italiani)

Internet e social media rappresentano da soli una grandissima opportunità, mai avuta prima, per interagire con tutti all’interno dell’universo letterario; mai come ora è più facile per gli scrittori raggiungere i lettori e viceversa.
(commento dello scoliaste: che non sia proprio questo un aspetto che non piace affatto a editori e scrittori nostrani, da sempre fieramente isolati nelle loro torri d’avorio?)

Nonostante dispute anche feroci tra editori, agenti e autori, alla fine siamo tutti nella stessa squadra: amiamo i libri e la cultura (sicuramente non conosci l’Italia, vecchio mio).

Chiudo con la migliore, secondo me: Se la classe media avesse un penny ogni volta che si pronuncia la morte del libro, non avremmo la crisi economica di oggi. (clap clap)

– Poi c’è il Duca, con il suo aggiornamento “periodico (più o meno)” sull’ebook. Fluviale, dissacrante e acutissimo come sempre, come sempre vale una lettura, perché si impara ogni volta qualcosa di nuovo e si ride non poco, e in modo intelligente.

– Altrettanto arguto e dannatamente british il pezzo di John Naughton ancora sul Guardian, in cui dice in sostanza di essersi convertito all’ebook a causa di (o grazie a) Michael O’Leary. Chi è Michael O’Leary? Il chief executive di Ryan Air. E che c’entra con l’ebook? Beh, leggete e saprete.

– Sempre e ancora sul Guardian (penso che mi abbonerò, a questo punto), il giovane scrittore Jon Moran difende a spada tratta (e con un sarcasmo tutto inglese) il libro cartaceo, sottolineando, in fondo giustamente, che finché l’ebook imiterà la struttura del libro di carta, sancirà comunque il primato di quest’ultimo.

– Infine (visto che abbiamo citato così spesso la Gran Bretagna, è proprio il caso di dire last but not least) una voce nostrana, e per me più nostrana non si può, visto che sono marchigiano e anconitano come lui, nonché suo amico da tempi non sospetti: una bella intervista a Luca Lorenzetti, autore di Scrivere 2.0 e tenutario del blog scritturacreativa.com. Si tratta di una breve ma intensa intervista un po’ a tutto campo, dal DRM all’editoria a pagamento fino al self-publishing, cui Lorenzetti risponde con grande equilibrio e competenza,  senza sensazionalismi o dichiarazioni fuori le righe. Fatto rarissimo, dalle nostre parti, non trovate? Da menzionare anche il meritorio sito da cui è stata realizzata questa breve chiacchierata, librisulibri.it, un’oasi culturale nella Rete che raccomando di frequentare spesso.

Beh, che dire ancora? Buona lettura.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...