un po’ di numeri sull’ebook (e non solo)

Che per Natale ne vedremo delle belle, già lo si dice da un po’, ma in effetti le grandi manovre previste per l’autunno iniziano ad alzare il polverone già visibile da lontano.  In attesa che entrino nell’arena degli ebook anche i grandi editori, si prova a dare qualche cifra sull’interesse e le potenzialità che potrebbero esserci in Italia per quanto riguarda ebook e libri digitali.

A parte il dato iniziale secondo il quale il 17,7% degli intervistati sarebbe interessato all’acquisto di un tablet (percentuale che però nel dettaglio viene molto erosa, ma vi rimando all’articolo linkato), personalmente mi soffermerei di più sul dato che riguardal’identikit del lettore italiano digitale, un identikit che ricalca molto fedelmente quello che avevo già analizzato tempo fa basandomi su dei dati d’oltreoceano: si parla infatti di un “uomo, tra i 35 e i 54 anni, istruito, lavoratore autonomo o dirigente”.

Insomma tutti parlano di generazione digitale, di ragazzi cresciuti a latte e pixel, ma poi si scopre che – almeno inizialmente – i vero target del mercato degli e-reader è costituito soprattutto da maturi professionisti o da adulti di quella generazione (35-40enni) che ha conosciuto il mondo digitale nell’età giusta per appassionarsene e non lasciarlo più.
La cosa non sorprende più di tanto se si considera che, come ho già detto, a– il libro digitale è affare per lettori forti (che non sono gli adolescenti); b – i prezzi degli e-reader, per quanto molto più bassi di prima (e si prevede un ulteriore abbassamento proprio per Natale), sono comunque poco stimolanti per chi non ha veramente una motivazione forte e un portafoglio, diciamo così, disinvolto; c – l’uso stesso dell’e-reader privilegia coloro che si spostano spesso, soprattutto per lavoro, e non vogliono l’ingombro cartaceo di volumi, fogli sparsi, saggi da consultare e magari sfogliare solo per qualche capitolo se non paragrafo.

Un altro dato curioso che riportavo in quel mio post sopra linkato era che i comportamenti dei lettori digitali rimangono sostanzialmente gli stessi delle buone vecchie abitudini cartacee: gli uomini infatti, anche nel digitale, sembrano prediligere la lettura di riviste e giornali, mentre per quanto riguarda gli ebook virano verso la saggistica; le donne invece scaricano nei loro ereader soprattutto opere di narrativa, confermando il ben noto dato che la letteratura, almeno quella letta, è donna.
Insomma, sembra che cambiando l’ordine degli addendi, il risultato rimanga lo stesso: digitali o cartacei, non cambiamo poi così tanto.

One thought on “un po’ di numeri sull’ebook (e non solo)

  1. Il fatto che il target sia quello riportato non sorprende, a mio avviso, più per un altro motivo, perché se è vero che ora come ora il prezzo di un lettore è più basso di un tempo ma pur sempre altino, è anche vero che l’uso che se ne farebbe e l’essere lettori forti non è un gran freno (basti pensare a quanti gadget vengono acquistati solo per il gusto della novità).
    Il motivo di fondo, per me, c’entra proprio con l’età: la generazione X è quella cresciuta con il mito del digitale e l’incubo dell’analogico; la generazione Y, invece, è nata con una tecnologia zoppicante e rimpiange l’analogico di un tempo. Forse perché riesce a valutare in maniera più oggettiva i difetti del digitale, forse perché c’è sempre una nostalgia per ciò che per un soffio non si è vissuto (o forse per quel gioco vecchio come il cucco anche detto “novità della tradizione e tradizione della novità”), però mi sembra di vedere in questo senso segnali anche in campi come la fotografia e la musica.

    Detta in soldoni (e con le generalizzazioni del caso): la generazione Y, ora, preferisce l’analogico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...